A Viva gli Sposi vince il Gruppo Plinio
16707
single,single-post,postid-16707,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-7.5,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive

A Viva gli Sposi vince il Gruppo Plinio

0019__MG_3101

18 gen A Viva gli Sposi vince il Gruppo Plinio

Trionfa il Gruppo Plinio alla 24esima edizione di Viva gli Sposi, la manifestazione dedicata al wedding – e agli eventi più in generale – che ha accolto migliaia di visitatori nel fine settimana al polo fieristico Lariofiere di Erba. Focus dell’edizione 2017, la mise en place: come apparecchiare la tavola e accogliere al meglio gli ospiti. Una tavola in bianco e nero, abbinata a fiori candidi per i commensali, ha assicurato al Gruppo Plinio la vittoria.

É stata una vittoria schiacciante, quella del Gruppo Plinio di Inverigo. Una vittoria a cui ha contribuito la wedding planner Carola Nicolini, stylist e giornalista con oltre vent’anni d’esperienza in Condenast e Vogue Sposa, che ha saputo coinvolgere e dare i suoi migliori consigli ai futuri sposi.

0149__MG_3213

La wedding planner Carola Nicolini.

Ed è proprio a Carola Nicolini che, allo stand del Gruppo Plinio, abbiamo chiesto di svelarci i segreti per un matrimonio di successo.

«Non ci sono più, oggi, quei banchetti con ogni ben di Dio: meglio piccole selezioni di piatti, proposte leggere e sfiziose. I futuri sposi – ma anche le persone che stanno organizzando un evento di un certo tipo – sono alla ricerca di novità, di soluzioni per fare bella figura ma senza strafare. Non è una questione di budget, è l’evoluzione di un sistema che ha molto da offrire».

0105__MG_1631

Quali sono le soluzioni privilegiate? «Un aperitivo rinforzato in attesa di far accomodare gli ospiti e poi, a tavola, una cena formale ma con poche portate, per rendere il tutto più snello». Come scegliere la location? E cosa fare per i tavoli e il menù? «Meglio evitare le soluzioni fai da te e affidarsi a un professionista. Non bisogna sottovalutare la disposizione dei tavoli e il posto assegnato a ciascun ospite. Per evitare brutte sorprese e non creare incidenti di percorso, anche il più piccolo dettaglio va studiato a tavolino» conclude Carola Nicolini.

0034__MG_3112

A De Lorenzo, Presidente del Gruppo Plinio, chiediamo invece cosa è bene evitare in tema di lista nozze. «Direi di evitare di inserire l’IBAN nella partecipazione: è un gesto cafone. Ricordiamoci sempre che la discrezione non tradisce».

0144__MG_3197

No Comments

Post A Comment